top of page

BOZZA DIRETTIVA EUROPEA EFFICIENTAMENTO ENERGETICO CASE ENTRO IL 2030

La direttiva UE porta a importanti interventi di ristrutturazione negli edifici privati per renderli più efficienti dal punto di vista dell'impatto climatico: l'efficienza energetica si calcola con un'apposita scala, che va da A (più efficiente) a G (meno efficiente). Tutti gli immobili europei dovranno raggiungere la classe energetica E entro il 2030, per poi raggiungere la classe D entro il 2033.

Riguarda ogni tipo di edificio, va quindi a toccare anche case private e condomini, oltre ad edifici pubblici e aziendali, mentre gli edifici 'storici', cioè quelli tutelati dalle norme sui beni culturali non dovranno sottoporsi ad interventi di ristrutturazione.


La direttiva europea "EPBD" sulle case green (nuove regole sull’efficienza energetica degli immobili, efficientamento energetico degli edifici) tiene banco su tutti i media in questi giorni perché il 9 febbraio la commissione Industria, Ricerca ed Energia (Itre) dell’Europarlamento dovrebbe riunirsi per votare il testo definitivo di un provvedimento che, se vidimato, entrerà in vigore entro 6 mesi con tutte le conseguenze del caso.

Abbattere i consumi, costruire edifici efficienti e riqualificare gli edifici esistenti è importantissimo per noi e per il nostro pianeta. Portare milioni di immobili in classe E “entro il 2030” necessita un piano strutturato a una verifica della fattibilità, oltre ad un sistema di incentivi che possa ammortizzare una spesa importante per i cittadini.






15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page